• Document: La sicurezza in cantina
  • Size: 2.68 MB
  • Uploaded: 2019-03-14 18:56:26
  • Status: Successfully converted


Some snippets from your converted document:

SICUREZZA A SCUOLA: compito di cittadinanza attiva La sicurezza in cantina I.I.S. “ Stefani-Bentegodi” di VERONA Sede di S. Pietro in Cariano La sicurezza in cantina • Tramoggia • Pigiadiraspatrice • Pressa pneumatica • Centrifuga • Tini e fermentini • Botte • Pompe in cantina • Tubi e cavi in cantina • Imbottigliamento • Pulizia botti • Tecnologia e sicurezza nel lavaggio • Sostanze per trattamenti e correzioni vini • Anidride solforosa • Microclima in cantina • Scale • Sistemi di sollevamento e sospensione • Piattaforme aeree La tramoggia • Descrizione • Gli elementi costitutivi della tramoggia sono: vasca di acciaio inox con forma trapezoidale sul fondo, dove sono presenti una o più coclee (viti senza fine, con forma elicoidale) ad alimentazione elettrica. Le coclee ruotano intorno al proprio asse, così facendo avviene l’avanzamento dell’uva in direzione della parte terminale della tramoggia . • E’ utilizzata durante la fase di scarico, viene realizzata con dimensioni proporzionate alla potenzialità di lavoro della cantina, può avere lo scarico laterale o posteriore. • La macchina deve rispettare le norme C.E.E. Caratteristiche 1). • 1) Sponda mobile antinfortunistica • 2) Quadro elettrico • 3) Materiale di rivestimento • 4) Modalità di scarico dell’uva • 5) Tipo di svuotamento meccanico o manuale • 6) La forma è importante per aver uno svuotamento dal basso • 7)Il materiale di costruzione cioè con acciaio inossidabile e lamiere in acciaio al carbonio • 8) Lunghezza da 3 a 7 metri • 9)Porta di scarico con apertura idraulica • 10) Variatore dei giri meccanici. rischio Il rischio maggiore è la caduta del personale nella tramoggia. La caduta può avvenire per diversi motivi: perdita di equilibrio o scivolamento quando avviene lo scarico manuale delle cesta, oppure per investimento da parte di mezzi meccanici in movimento. In caso di caduta nella tramoggia il lavoratore può essere in pericolo anche quando gli organi sono fermi, si posso infatti riportare contusioni o ferite. Se la caduta avviene quando gli organi sono in movimento le lesioni posso essere mortali. L’uomo nella foto è posto in situazione di rischio caduta. Si potrebbe ferire con la coclea se ferma, se è in movimento c'è rischio di MORTE • prevenzione La prevenzione consiste nell’istallare parapetti fissi ai lati della tramoggia dove lo scarico dell’uva avviene in modo manuale; non è possibile questa soluzione sul lato della tramoggia dove avviene lo scarico dell’uva per ribaltamento: il parapetto in questo caso deve essere mobile con dispositivo che blocchi gli organi in movimento all’apertura del parapetto e ne impedisca l’avvivo fino a quando non viene richiuso. Può essere inoltre installata una fotocellula che ferma gli organi rotanti quando il lavoratore si avvicina alla tramoggia. Per avere maggior prevenzione, si aggiungono queste fotocellule descritte sopra • La macchina è caratterizzata da dei fili posti ai lati, • se vengono spostati si ferma • completamente • Ancora prevenzione è programmare regolare manuntezione. L’azione di prevenzione principale è comunque l’informazione e la formazione degli addetti. PIGIADIRASPATRICE DESCRIZIONE DELLA MACCHINA  Separa i raspi dagli acini, facendo ciò si evita che i raspi rimangano a contatto con il mosto, dando a esso sapori sgradevoli.  Gli acini, una volta separati dai raspi, vengono raccolti in un punto unico della macchina, chiamata sezione diraspante, qui gli acini vengono schiacciati contro la parete e cadono in un tamburo cilindrico. Il distacco degli acini dal raspo avviene tramite delle palette che si trovano nel battitore. In questo caso la tramoggia è posizionata ad altezza adeguata – questa condizione permette di evitare il rischio di caduta. La coclea è protetta da una griglia forata che separa il raspo dall'uva; questi due meccanismi vengono coperti da uno sportello, assicurando cosi al lavoratore adeguata sicurezza. Per le tramogge poste a livello del suolo occorre dotare la macchina di alcuni sensori che bloccano il funzionamento della macchina all’avvicinarsi dell

Recently converted files (publicly available):